top of page
Image by KIMO

Rajatours

I nostri impegni per la sostenibilità

Carissimi viaggiatori!

In Raja Tours Indonesia crediamo che viaggiare debba essere un'esperienza che arricchisce non solo chi viaggia, ma anche le comunità e gli ambienti che visitiamo.

Siamo profondamente impegnati in un processo aziendale evolutivo che dovrà condurci verso una sostenibilità totale, consapevoli dell'importanza di preservare la straordinaria bellezza e la ricchezza culturale dell'Indonesia.

Come vogliamo farlo? Attraverso 3 "azioni" fra loro inscindibili:

> Aumentare pogressivamente il nostro impegno Ambientale:

La nostra missione è quella di ridurre al minimo l'impatto ambientale dei nostri tour. Collaboriamo attivamente con partner locali per implementare pratiche di turismo responsabile, dall'utilizzo di mezzi di trasporto ecologici alla riduzione dei rifiuti plastici. Siamo costantemente alla ricerca di nuove soluzioni per rendere ogni viaggio un passo verso un futuro più verde.

> Fornire sostegno alle Comunità Locali:

Crediamo fermamente nel turismo come strumento di sviluppo sociale. Lavoriamo a stretto contatto con le comunità locali, assicurandoci che il turismo contribuisca positivamente al loro benessere. I nostri tour sono progettati per supportare l'economia locale, valorizzando l'artigianato, la gastronomia e le tradizioni indonesiane, nel pieno rispetto della loro identità culturale.

> Diffondere, attraverso i viaggi, cultura e consapevolezza:

Ogni viaggio con noi è un'opportunità per imparare e crescere.

Forniamo ai nostri viaggiatori informazioni approfondite sull'importanza della sostenibilità e su come possono contribuire positivamente durante il loro soggiorno in Indonesia. Invitiamo tutti i nostri clienti a unirsi a noi in questo viaggio entusiasmante verso un turismo più sostenibile e responsabile. Insieme, possiamo fare la differenza per l'ambiente e per le comunità che ci accolgono con i loro sorrisi e la loro calda ospitalità.

Esplora l'Indonesia con noi, lasciando un'impronta positiva che va oltre il semplice passaggio.

Rajatousindonesia.com

Buon viaggio da tutto il team di

Leggi i nostri documenti sulla

Politica di sostenibilità

Raja Tours Indonesia si impegna a operare in modo responsabile dal punto di vista ambientale, sociale ed economico. Questa politica di sostenibilità delinea il nostro impegno verso pratiche sostenibili e la nostra dedizione a ridurre al minimo la nostra impronta ambientale, contribuendo positivamente alle comunità in cui operiamo.
 

Oceano inquinato di plastica
Image by Muhammad Haikal Sjukri

Politica di non discriminazione

Raja Tours Indonesia apprezza e rispetta tutte le persone con cui si relaziona come individui unici e accoglie con favore la varietà di esperienze che essi possono apportare. per questo motivo abbiamo redatto una rigorosa politica di non discriminazione. Crediamo che tutti debbano essere trattati allo stesso modo, indipendentemente da razza, sesso, identificazione di genere, orientamento sessuale, origine, lingua, religione, età, disabilità, stato civile, cittadinanza, informazioni genetiche, gravidanza o qualsiasi altra caratteristica protetta dalla legge.

Scarica la nostra politica di non discriminazione

I nostri Focus

Avvicinati alla cutura locale!
Viaggia fuori dai circuiti di massa!

Amed (Bali)

Amed è una cittadina sulla costa est di Bali in realtà composta da più villaggi: Culik, Jemeluk, Bunutan, Lipah, Selang, Banyuning e Aas. È un’area sicuramente più povera della parte dus dell’isola e che si è aperta al turismo solo recentemente. Per darvi un’idea le strade sono state asfaltate le prima volte nel 2000. Qui la vita nei villaggi di pescatori è ancora lenta e legata a tradizioni antiche di pesca e trasformazione del sale. È una destinazione dove le sistemazioni sono ancora semplici e modeste ma la tranquillità ed il silenzio di questa costa non vi rimetteranno in pace con il mondo. Le spiagge sono nere in quanto di origine vulcanica, noterete infatti sullo sfondo il maestoso vulcano Agung che veglia la zona. L’oceano in queste zone è estremamente balneabile e i suoi fondali sono pazzeschi. Sicuramente una tappa imperdibile per chi ama fare snorkeling o immersioni anche per subacquei meno esperti Imperdibili le immersioni ai relitti appoggiati sui fondali a pochi metri dalle spiagge. Amed è anche un punto di partenza interessante per tante escursioni.

Munduk (Bali)

Se cercate un fresco rifugio dall’afa della costa meridionale di Bali Mudku è il villaggio che fa al caso vostro. Situato a circa 800 metri sul livello del mare ed immerso tra villaggi rurali, colline, foreste e risaie. Munduk è il posto ideale per allontanarsi qualche giorno dal mare e scoprire un entroterra praticamente sconosciuto al turismo di massa europeo. Le sistemazioni sono varie ma rimangono distanti dal lusso frenetico della costa sud o di Ubud. Qui sembra che tutto abbia fatto un passo indietro. Da Munduk si possono fare tante escursioni di trekking alla scoperta delle più belle cascate del nord di Bali. Per citarne solo un paio…da non perdere la cascata di Munduk, a pochi chilometri dall’omonimo villaggio, semplice da raggiungere e accessibile a tutti e ancora le cascate di Sekumpul, sicuramente le cascate più belle e suggestive di Bali ma il cui percorso richiede una buona preparazione fisica e un perfetto stato di salute.   

Sulawesi

Se cercate un viaggio autentico alla scoperta della vera Indonesia sicuramente non potete non vistare l’isola di Sulawesi dalla sua bizzarra forma che sembra una mano che scompostamente cerca di afferrare l’oceano. Meno turistica di Java e di Bali il Sulawesi è un universo parallelo dove potrete, oltre ad ammirare dei panorami mozzafiato e scorci rurali che sembrano arrivare da un altro tempo, potrete scoprire l’antica cultura Toraja e le loro bizzarre tradizioni tutte incentrare sulla morte. Per i Toraja, infatti, la morte è il momento più importante della vita e grande importanza viene data all’organizzazione di funerali che diventano veri e propri festival a cui partecipano anche centinaia di persone. Per avere qualche informazione in più sulla cultura Toraja cercate nel nostro blog, nel frattempo mettete questa isola ancora quasi sconosciuta nella vostra wish list.

Munduk

L’indonesia è una destinazione che offre anche un mare da sogno; tuttavia, alcune isole paradisiache non sono semplici da raggiungere. Se avete tempo a disposizione e avete deciso di investire un buon budget nel vostro viaggio potete provare a raggiungere la piccola isola di Siladen a nord dell’isola di Sulawesi. Per raggiungerla serve un volo fino a Manado e poi un tratto di barca veloce. Lì vi troverete in un vero e proprio angolo di paradiso tropicale da cartolina con spiagge di sabbia candida, barriera corallina intatta e fondali mozzafiato. Nonostante sia difficile da raggiungere e per questo motivo ancora lontano dai flussi turistici di massa, le strutture, pur poche, sono assolutamente gradevoli, alcune anche piuttosto in linea con gli standard occidentali e dotate di ogni comfort. Siladen è una meta ancora per pochi, amata particolarmente dai subacquei e sicuramente non economica.

Kalimantan

Kalimantan è il nome che gli indonesiani usano per indicare l’isola del Borneo nonostante si tratti di un’area condivisa con Malesia e Brunei. C’è tuttavia da dire che il 75% dell’isola appartiene appunto all’Indonesia. È sicuramente una destinazione per viaggiatori, veri e proprio esploratori. È una destinazione quasi completamente sconosciuta al turismo. Un percorso attraverso il Kalimantan equivale a fare un salto indietro nel tempo tra jungla, villaggi di montagna o di pescatori e mercati galleggianti. Per apprezzarlo occorre un buon spirito di adattamento. È un tour fatto di lunghi spostamenti in auto, strutture basiche, pochi comfort, lunghi spostamenti su lance in legno e cucina esclusivamente locale. Se saprete adattarvi al contesto questo è un viaggio in grado di aprire prospettive completamente nuove ed esplorare luoghi ancora intatti, dove è ancora possibile incontrare l’anima più antica ed autentica dell’Indonesia.

Sumba

I primi ad apprezzarla sono stati i surfisti e l’isola di Sumba si è proposta al turismo solo recentemente. Appartiene alle Piccole Isole della Sonda a sud di Flores e Sumbawa nel Nusa Tenggara Orientale. È un luogo dove è ancora possibile respirare magia. Antichi villaggi etnici dalle caratteristiche case con il tetto altissimo, spiagge sconfinate abitate da cavalli selvagge, cascate e un panorama aspro ed arido battezzato dagli stessi abitanti: Savana per il suo profilo che tanto ricorda l’Africa. Sumba è un’isola che non ti aspetti, ricca di luoghi meravigliosi nascosti tra foreste e risaie ma è anche culla di alcune delle tradizioni più antiche dell’Indonesia. Sicuramente Sumba merita un posto speciale tra le destinazioni ancora sconosciute e poco turistiche, un luogo per viaggiatori che desiderano contattare un angolo incontaminato di Indonesia e scoprire una delle poche realtà ancora in grado di lasciare un segno indelebile nei ricordi di viaggio. Sicuramente un’isola diversa da tutte le altre.

Fotopillole...in ordine sparso!

Passa il mouse e scopri i nostri piccoli consigli per fare sempre (o quasi) la cosa giusta!